Il Metodo Bullet Journal è il primo libro ufficiale riguardo il bullet journal, scritto dal suo ideatore Ryder Carroll.

Se ancora non lo hai letto, ti racconto i motivi per cui l’ho trovato molto utile e interessante.

Il manuale del bullet journal: tutto quello che c’è da sapere
Dalla voce del suo autore, nel libro scoprirai passo dopo passo come funziona il sistema del bullet journal e tutti i diversi aspetti che compongono il metodo: la preparazione, l’inizio e la pratica. Ti basterà semplicemente seguire le indicazioni dettagliate del libro e sarai pronto per cominciare il tuo bullet journal!

Per chi come me conosce già le basi del sistema e lo utilizza da qualche anno non si tratta di novità, ma devo ammettere che è stato utile ritrovare tutte le indicazioni in ordine nello stesso posto, per riflettere sul metodo nel suo complesso e trovare nuovi spunti. Se invece ti stai avvicinando adesso al bullet journal, nel libro troverai tutte le informazioni che ti servono per partire nel modo giusto e non sprecare tempo.

Il libro lo consiglio quindi a tutti: a chi non ne sa ancora nulla, a chi lo usa già da tempo, a chi è semplicemente curioso di capirci qualcosa. E sei hai un’amica o un amico a cui vorresti raccontare come funziona il bullet journal, il libro ufficiale è anche un’ottima idea regalo!

Tanti esempi, testimonianze e applicazioni pratiche
Partendo dalla sua storia personale di bambino a cui era stato diagnosticato il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), Ryder racconta come un semplice quaderno può aiutare a rimanere focalizzati, ad organizzarsi meglio e ad essere più produttivi.

Semplificare e arrivare all’essenza dei nostri obiettivi, per non perdere di vista quello che è davvero importante per noi. Sono concetti molto diversi da una semplice lista organizzata di cose da fare, cosa che infatti il bullet journal secondo me non è, e nel libro ci sono tante testimonianze ed esempi pratici che ti aiuteranno a costruire il tuo bullet journal.

È in italiano!
Sono abituata a leggere libri in inglese, e infatti anche questo l’ho letto prima in inglese perché è uscito con qualche settimana in anticipo rispetto alla versione in italiano, ma la cosa bella è avere finalmente i contenuti ufficiali tradotti in italiano. Chissà se ora inizieremo a chiamare il future log “Diario del futuro”! 😀

Il bullet journal come strumento per la tua crescita personale
Nella visione dell’ideatore del bullet journal, il quaderno è lo strumento per mettere in pratica diverse tecniche dimostrate scientificamente come efficaci per la produttività e la realizzazione personale. Questi sono gli aspetti che personalmente ho trovato più interessanti, conoscendo già le basi del metodo. Li trovi nel libro in particolare nella sezione “La pratica” dove si parla ad esempio di priorità, obiettivi, programmazione, riflessione, perseveranza, piccoli passi, e molto altro ancora.

Formato Kindle o cartaceo?
Il libro è disponibile in due versioni: formato Kindle e con copertina rigida.
Il formato Kindle costa meno e di norma lo preferisco, ma in questo caso ti consiglio l’edizione cartacea, in particolare perché le illustrazioni e i grafici di esempio sono più leggibili rispetto alla versione su Kindle. Inoltre, essendo comunque un bel malloppo di 300 pagine, la trovo più facile da consultare, anche nel tempo, in versione cartacea.